Moda e stile: sono davvero così inseparabili?

Moda e stile: sono davvero così inseparabili?

Sfogliando una rivista di moda di recente uscita, non è possibile non notare quanti e quali colori nuovi, brillanti e vivaci siano in programma per noi quest’estate. Tantissime righe, di tutti i colori, dal blu elettrico al rosso acceso, al giallo limone; per non parlare del rosa, che è proposto in tutte le sue gradazioni, dal più acceso al classico antico, dando una scossa alle tendenze un po’ “opache” degli ultimi anni. Inoltre, sembra essere tornato in voga il motivo scozzese, che sembrava averci abbandonato qualche anno fa, ed invece eccolo qui, ancora tra noi. I pantaloni più trendy, quest’anno sono larghi e comodi e ritornano le gonne lunghe, dal ginocchio in giù; le scarpe proposte saranno perlopiù con la zeppa, ma non mancheranno le “tanto odiate” ballerine, di tutti i colori e piene di strass e di paillettes. Esistono aziende italiane che ancora si distinguono, non solo per la bellezza e particolarità degli abiti che producono, ma soprattutto per l’altissima qualità dei materiali che usano: Tessa abbigliamento, per esempio, si impegna, con il suo originale “made in Italy”, ad offrire ai propri clienti abiti all’ultima moda, disegnati e prodotti sul territorio nazionale, da mani esperte. Ed è proprio questo che dovremmo guardare: non solo la bellezza degli indumenti che acquistiamo, ma soprattutto la qualità, intesa come materiali, ma anche come rispetto dell’ambiente e dell’economia locale, insomma, un insieme di variabili che rendono il nostro, un acquisto responsabile. L’abbigliamento che indossiamo, inoltre, fa parte del linguaggio non verbale che usiamo, spesso inconsapevolmente: purtroppo, oggi, nell’era dell’apparire, l’abito fa il monaco e ce ne dobbiamo fare una ragione. Curare il nostro aspetto, è diventata quasi una responsabilità verso gli altri, che a prima vista ci giudicano e ci etichettano: è chiaro che tutto ciò vale esclusivamente per chi non conosciamo o per situazioni più formali, come un appuntamento di lavoro o un colloquio. Ed è in queste occasioni che cerchiamo il vestito all’ultima moda, pronte a sfoggiare la grande firma o l’accessorio più lussuoso: attenzione però, prendersi cura del proprio aspetto non vuol dire vestirsi per forza con abiti brandizzati e costosi, perché lo stile e l’eleganza possono essere trasmesse anche attraverso l’uso di vestiti comprati in un negozietto qualunque o su un sito online. Tutto dipende da come ci sentiamo di più a nostro agio, per riuscire a trasmettere agli altri la sicurezza che abbiamo in noi stesse.

In conclusione, nessuna moda è per forza giusta, o per forza sbagliata, ognuna di noi ha il proprio stile e deve fare in modo di conciliarlo con i trend del momento, cercando però di rimanere sempre sé stessa, senza rivoluzionare il proprio modo di essere.

Comments

comments