Archivio della categoria: Eventi

Due conti in tasca alla Settimana della Moda

La Settimana della Moda di Milano è sì bellezza, fashion, abiti, scarpe e quant’altro, ma è anche e soprattutto economia. Gli esperti hanno fatto due rapidi conti, calcolando che, solo quest’anno, la settimana della moda genererà ben 27 milioni di euro di indotto. Questi saranno così suddivisi: shopping 15,2%, pernottamenti 62,1%, ristorazione 15,2% e trasporti 3,2%. Di questi 27 milioni, ben il 73,8% finirà sul territorio milanese, mentre il 12,5% nel comasco, l’8,2% in provincia di Varese e il 5,5% nella Brianza. A dirlo sono le stime rese note dall’Ufficio studi della Camera di commercio di Monza e Brianza. Per non contare che grazie all’evento, Milano acquista un ruolo fondamentale e molta riconoscibilità a livello internazionale, dato che i riflettori si accendono non solo sulle passerella ma anche sulla città che, come si è detto, si veste di lustro.

Moda e beneficenza: Light for Charity

Quando si avvicina il Natale il connubio tra moda e beneficenza diventa più forte che durante il resto dell’anno. Per questo motivo segnaliamo l’iniziativa “Light for Charity” che metterà in mostra, dal 13 al 18 dicembre presso Spazio Sanmarco in zona Brera (Milano), i prodotti dei migliori designer. Si tratta di una sorta di mercatino di Natale ma a scopo benefico. Questa serie di eventi in questione vuole essere una sorta di vetrina per i marchi più prestigiosi: oggetti di design, tra cui complementi d’arredo, lampade, oggettistica di vario tipo, saranno messi in vendita.

Si tratta di aziende che rappresentano al meglio il made in Italy di alta qualità. Tra i marchi presenti segnaliamo Alias, Artemide, B&B Italia, Caimi Brevetti, Catellani & Smith, Cerruti Baleri, Cini & Nils, Danese, Davide Groppi, De Padova, Desalto, Driade, Edra, Felice Rossi, Flou, Gervasoni, Giorgetti, Kettal, Kundalini, Leucos, Living Divani, Luceplan, Memphis, Meridiani, Paola Lenti, Poliform, Reggiani, Serralunga, Slamp. Tutti oggetti di abbigliamento a prezzi vantaggiosi o prezzo oro usato basso per i preziosi messi in vendita.


Vogue Fashion Night a Roma

Vogue lascia, per una notte, Milano e si trasferisce a Roma. Qui, oggi ci sarà la Vogue Fashion Night Out: un modo per omaggiare, in queste settimane di moda e sfilate, anche la città eterna. La Vogue Fashion Night Out è un avvenimento che, come già si è visto a Milano nei giorni scorsi, produce fatturati da capogiro. Ecco perché s’è deciso di bissare anche a Roma. Negozi aperti tutta la notte tra Via Condotti, via del Babuino e tutta la zona del corso. I drink verranno offerti da Campari, mentre nella boutique di Saint Laurent sarà possibile sorseggiare cocktail. In via Margutta, invece, al 51/a, ci saranno i festeggiamenti per i premi ricevuti dai due neo ambasciatori dello stile italiano nel mondo (scelti da Italian Style): Elio Germano e  Bianca Balti. Molte esclusive per questa notte: Prada lancerà un nuovo profumo con pochette, Christofle la nuova collezione di gioelli, Bally delle nuove ballerine con annessa borsa. Inoltre, interessante segnalare che  Altaroma propone un taylor made tra gli atelier del centro storico.  Palazzo Ruspoli, per loccasione, sarà aperto sino alle 23.30, con una mostra di Testino, Todo o nada.


Google sostiene la rinascita dell’ Aquila

Google , assieme al Comune dell’Aquila e all’Associazione Nazionale Famiglie Emigrati (ANFE), ha promosso “Noi, L’Aquila”, ossia un progetto con cui il colosso di Mountain View vuole mettere a disposizione della comunità aquilana le sue strumentazioni tecnologiche , in un sito che ha come fine preciso quello di preservare la memoria del patrimonio artistico, culturale e sociale dell’Aquila, città danneggiata intensamente dal sisma del 2009, nonché favorire la sua rinascita .Il progetto “Noi, L’Aquila” è stato avviato lo scorso 14 giugno e permetterà , a chiunque lo voglia, di condividere un’esperienza, una memoria relativa alla città dell’Aquila, oppure un commento,sia da cittadino che da semplice turista. Il sito www.noilaquila.it è caratterizzato da numerose fotografie , racconti, video o testi, che riempiranno di ricordi una mappa virtuale dell’Aquila, e terranno sempre viva, così, l’attenzione sulla città e sui suoi cittadini ,potendo, infatti, chiunque accedere a ciò mediante Internet. Sempre sul sito “Noi, L’Aquila”, tutti coloro che hanno un interesse potranno apportare il loro contributo al progetto di modellazione 3D del centro storico dell’Aquila. Tale modello 3D , ideato dell’architetto inglese Barnaby Gunning, ha il chiaro scopo di illustrare per la prima volta su larga scala i danni effettivi cagionati dal terremoto sulla città e facilitare, così, l’opera di ricostruzione. Sul sito del progetto “Noi, L’Aquila” sono stati previsti, inoltre, nuovi tutorial e informazioni , in modo tale da facilitare l’utilizzo dei software gratuiti di modellazione, necessari al raggiungimento di detta finalità, ossia Google SketchUp e Google Modellatore di Edifici 3D. Google questa volta ha mostrato veramente di essere veramente vicina alle popolazioni che soffrono. Il progetto “ Noi L’Aquila ”ha subito conquistato la cittadina abruzzese e le autorità. Si tratta, quindi, di un’occasione importante per far conoscere al mondo L’Aquila e il suo patrimonio artistico e culturale,nonché il suo passato fatto di gloria . Ora l’Aquila sa che potrà continuare a vivere grazie all’aiuto di tutti .